I DIALOGHI “DICULTHER” – POLO APULIAN Co-creare valore e nuova occupazione: la formazione delle competenze digitali nel Cultural Heritage

DOVE E QUANDO

Bari

Centro Polifunzionale Studenti,

Università degli Studi di Bari, Ex Palazzo delle Poste, Piazza Cesare Battisti

8 aprile, ore 9:00 – 13:30

 


COSA

I DIALOGHI “DICULTHER” – POLO APULIAN

Co-creare valore e nuova occupazione:

la formazione delle competenze digitali nel Cultural Heritage

I Dialoghi DiCultHer” intendono proporsi come spazio di confronto con i territori sul tema complesso e di frontiera del digitale applicato al Cultural Heritage, inteso nelle sue declinazioni di Digital Culture, Digital FOR Cultural Heritage e Digital AS Cultural Heritage. Un tema oggi come mai prima identificato in tutti i Piani Strategici nazionali e internazionali di primario livello per crescita sociale, economica e occupazionale dei territori.
I Dialoghi” sono promossi dal Polo Apulian DiCultHer nell’ambito della Prima Settimana delle Culture Digitali “Antonio Ruberti”(#SCUD2016) indetta dalla Scuola Nazionale e Rete per il Digital Cultural Heritage, Arts and Humanities “DiCultHer”, e si caratterizzano quale appuntamento annuale in cui il Network DiCultHer si connette con le realtà territoriali per confrontarsi con gli stakeholders in un contesto dialettico intensamente partecipato e fortemente interattivo.

9.00-9.10 Apertura

Giuseppe Pirlo – Referente Università di Bari per Agenda Digitale e Smart City

9.10-9.30 Introduzione alla Giornata di Lavori

Antonio Felice Uricchio – Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro

9.30-10.00 Presentazione alla Giornata di Lavori

Nicola Barbuti – Università di Bari – Coordinatore DICULTHER – Polo Apulian

10.00-10.30 Saluti Istituzionali

  • Antonio Felice Uricchio – Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro
  • Michele Emiliano – Presidente Regione Puglia*
  • Antonio Decaro – Sindaco di Bari*
  • Giuliano Volpe – Presidente del Consiglio Superiore Beni Culturali – MiBACT
  • Germano Paini – Polo Piemontese DiCultHer

10.30-11.45 Tavola Rotonda:

Le reti territoriali per la co-creazione delle competenze nel DCH: Formazione, Ricerca, Impresa, Occupazione

Moderatore:

Nicola Barbuti – Università di Bari – Coordinatore DICULTHER – Polo Apulian

Intervengono:

  • Loredana Capone – Assessore Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali, Regione Puglia*
  • Anna Cammalleri – Direttore Ufficio Scolastico Regionale Puglia*
  • Alessandro Laterza – Vice Presidente per il Mezzogiorno e le Politiche Regionali Confindustria*
  • Giuseppe Pirlo – Referente Università di Bari per Agenda Digitale e Smart City
  • Paolo Verri – Commissario Straordinario di PugliaPromozione
  • Maria Assunta Apollonio – Responsabile del servizio Beni Culturali e Turismo Innova Puglia
  • Stefania Molfetta – Responsabile Area Tecnico Scientifica spin off DABIMUS srl UNIBA
  • Giuliano De Felice – Ricercatore Universitario – Università degli Studi di Foggia
  • Massimo Zotti – Head of Government & Security SBU – Planetek srl

A chiusura della sessione è previsto un collegamento online e via social alla giornata di premiazione del Concorso Nazionale Crowddreaming – I giovani cocreano con intervento di Paolo Russo – Responsabile del Concorso – Stati Generali dell’Innovazione

12.00-13.15 Tavola Rotonda:

Verso la co-creazione di una formazione “sistemica” nel Digital Cultural Heritage

Moderatore:

Roberto Bellotti – Responsabile ReCaS Uniba / INFN

Intervengono:

  • Sebastiano Leo – Assessore Formazione e Lavoro Regione Puglia*
  • Eugenia Vantaggiato – Direttore Segretario Regionale del MiBACT
  • Maria Pia Veronico – Referente Orientamento Ufficio Scolastico Regionale*
  • Anna Paterno – Delegata all’Orientamento in Ingresso dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro
  • Gianluigi De Gennaro – Delegato alla Creatività dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro
  • Emma Pietrafesa – Stati generali dell’Innovazione
  • Mauro Paolo Bruno – Dipartimento Turismo Regione Puglia, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, Regione Puglia
  • Fabrizio Vona – Direttore del Polo Museale Regionale della Puglia – MiBACT
  • Raffaella Cassano – Presidente della spin off AITAIR, UNIBA

13.15-13.30

Conclusioni:

Nicola Barbuti – Università di Bari – Direttore DICULTHER – Polo Apulian

*In Attesa di Conferma


CHI

12

Diculther-Adesioni

Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”

logo-regione-puglia

Regione Puglia

puglia-usr

Puglia USR

 

DOLOM.IT – Costruiamo il Museo virtuale del Paesaggi

DOVE E QUANDO

Belluno

durante tutto il mese di aprile

 


COSA

DOLOM.IT

Costruiamo il Museo virtuale del Paesaggi

Un museo virtuale del paesaggio costruito interamente dagli studenti della provincia di Belluno. Questo è lo spirito di DOLOM.IT, il progetto didattico nato da un’idea dell’Associazione Isoipse. Sinergie Strategie Territorio insieme alla nuova fucina creativa ADOMultimedia Heritage di Cortina. Un progetto innovativo nel campo del digital heritage e dell’educazione al paesaggio che, a maggio 2016, confluirà nella creazione di un portale web, che, costituito da contenuti multimediali relativi al paesaggio e agli elementi che lo compongono, sarà il frutto della ricerca e della rielaborazione creativa degli studenti. La prima edizione del progetto ha ricevuto il contributo della BIM Gestione Servizi Pubblici e di BIM Belluno Infrastrutture, che ha permesso la partecipazione di dieci classi al percorso #ACQUE. L’acqua sarà la chiave di lettura con cui gli studenti leggeranno il paesaggio, effettueranno ricerche negli archivi e in internet, intervisteranno esperti e/o anziani, raccogliendo reperti e opere d’arte che rappresentano il ruolo dell’acqua nella storia e nella cultura del bellunese.
Tanti sono gli incontri e i laboratori previsti nelle dieci classi partecipanti, che proseguiranno per tutto il mese di aprile. I ragazzi si trasformeranno in veri e propri curatori museali, decidendo come organizzare, veicolare e inserire i contenuti nel portale utilizzando diversi strumenti multimediali: video, digital storytelling, audiostorie, mappe e linee del tempo interattive, gallerie fotografiche e musicali.


CHI

logo-dolom

Dolom.it

da un’idea dell’Associazione Isoipse. Sinergie Strategie Territorio e ADOMultimedia Heritage

Per info: https://www.facebook.com/museodolom.it

Microcosmoart Listening

DOVE E QUANDO

Cortina d’Ampezzo, Ristorante Lago Scin,

domenica 10 aprile 2016

 


COSA

MICROCOSMOART LISTENING

Il progetto dell’Associazione GenerAzioni in collaborazione con Microcosmoart svela l’arte racchiusa nella scienza, coinvolgendo il pubblico dei social network e di Radio Cortina nella reinterpretazione musicale delle immagini al microscopio e dei quadri ad esse associate. Le sorprendenti suggestioni racchiuse nell’interazione tra scienza, musica e arte faranno emergere il microcosmo di interpretazioni che ciascun individuo racchiude dentro di sé.
Dopo il Bambin Gesù delle Mani di Pinturicchio e l’opera grafica dell’artista Hubert Scheibe del Museion di Bolzano, protagoniste di “Microcosmoart Listening” sono due microfoto: il fitoplancton dei laghi dolomitici proveniente dalla collezione del MUSE di Trento e la roccia composta da ooliti, particelle sferiche che ora, come 200 milioni di anni fa, contribuiscono al candore delle spiagge e alla formazione delle lagune tropicali.
A partire dal 19 marzo sulla pagina Facebook del MUSE di Trento e di Radio Cortina è possibile suggerire un brano musicale a queste due microfoto. I brani musicali più votati entreranno nella playlist finale, che verrà trasmessa da Radio Cortina nella diretta del 10 aprile 2016.

Link al gioco musicale I e II

Programma

Ore 16 L’ALGA PERDUTA DEL LAGO SCIN
Laboratorio didattico a cura della sezione Limnologia e Algologia del MUSE – Museo delle Scienze di Trento

ore 18 DIRETTA RADIO
Intervengono

Massimiliano Tardio, MUSE di Trento

Emiliano Oddone di Dolomiti Project

Chiara Siorpaes, geologa
DJ mix by Luca Zardini Lacedelli


CHI

logo generAzioni

Associazione culturale GenerAzioni

Per info: http://microcosmoart.it/it/microcosmoart-listening-marzo/

Settimana Digitale

DOVE E QUANDO

I.C. Ragazzi d’Europa

Via Eduardo De Filippo, Casalnuovo di Napoli

lunedì 4 aprile


COSA

SETTIMANA DIGITALE

Descrizione

L’adesione alla Settimana è rivolta a una piccola serie di iniziative, tutte auto-prodotte:

• Inaugurazione del nuovo sito di Istituto;

• Diffusione del fumetto “Sognatori italiani” realizzato in occasione del concorso “CrowdDreaming, i giovani co-creano cultura digitale”;

• Diffusione di filmati sul cyber-bullismo;

• Diffusione dei dati di un sondaggio realizzato nelle settimane scorse tra i nostri alunni e incentrato sulle modalità di utilizzo dei supporti digitali da parte degli alunni stessi.


CHI

I. C. Ragazzi D’Europa

SOS memoria. Formare competenze digitali per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale

DOVE E QUANDO

Liceo Classico Cagnazzi, Aula Magna

Piazza Zanardelli 30 70022 Altamura

sabato 9 aprile, ore 16:00-18:00

 


COSA

SOS memoria.

Formare competenze digitali per la conservazione e valorizzazione

del patrimonio culturale

Descrizione

Il Liceo Cagnazzi si configura quale testimonianza culturale integrata dell’evoluzione dei contesti scolastici nell’Italia Meridionale post-unitaria, conservando beni culturali di primo livello non solo documentali, ma anche scientifici, come la collezione di pregiati Strumenti scientifici antichi e storico artistici. La tutela di questa importante memoria storica della comunità rappresenta un aspetto fondamentale della salvaguardia della identità storica e culturale che non può più essere affidata esclusivamente ai saperi tradizionali: il digitale, se usato consapevolmente, costituisce la possibilità seria e concreta di aggiungere valore alla memoria contribuendo a co-creare nuovi beni culturali che bisogna saper rendere permanenti nello spazio e nel tempo.
Il Liceo propone una giornata di riflessione sul linguaggio digitale e di condivisione di prodotti realizzati: un video “Archimede” relativo ad alcuni strumenti scientifici storici del liceo; uno Storytelling sul Teatro Mercadante restituito alla città; l’esperienza della valorizzazione del paesaggio e della biodiversità attraverso il progetto “A scuola con i falchi“.
Il liceo propone iniziative in sinergia con le linee del Pilastro VI dell’Agenda Digitale per l’Europa “Migliorare l’alfabetizzazione digitale, le competenze e l’inclusione”: l’obiettivo è inserire i giovani in formazione nelle linee della Grande Coalizione che promuove le competenze digitali, varata dalla Commissione europea nel marzo 2013, introducendo metodi didattici innovativi finalizzati a migliorare e ampliare i sistemi educativi e ad offrire a sempre più persone le competenze necessarie ad inserirsi con successo nel modo del lavoro.


CHI

Liceo Classico Cagnazzi

 

Digital Museum

DOVE E QUANDO

Museo del Cinema, Torino

dal 4 al 10 aprile


COSA

DIGITAL MUSEUM

Il Museo Nazionale del Cinema è impegnato nello sviluppo di strategie digitali volte a esplorare, anche attraverso gli strumenti tecnologici, l’innovazione dei linguaggi. L’audience development e l’innovazione tecnologica rappresentano lo sviluppo verso la partecipazione e l’accesso al Museo, in un’ottica inclusiva, per migliorare l’esperienza di visita di tutte le tipologie di pubblico, facilitando la conoscenza delle opere, consentendo al visitatore di scegliere percorsi personalizzati, condividere e ampliare la propria esperienza, anche prima e dopo la visita.  Wi-fi gratuito e accesso attraverso il proprio smartphone a contenuti multimediali per scoprire curiosità e aneddoti, vedere foto e video riguardanti le opere esposte, ma anche sulle collezioni conservate nei depositi (con notizie del tipo “Lo sapevate che…?”), consultare gli appuntamenti in calendario, creare collegamenti tra le aree espositive o con le altre sedi del Museo. Ma lo sviluppo degli strumenti digitali può essere anche lo strumento per raccogliere fondi, come sul sito di crowdfunding permanente del Museo.  Sono molti i progetti nei quali il digitale e il cinema costituiscono gli elementi importanti per lo sviluppo delle competenze e la valorizzazione del patrimonio. Tra di essi alcuni vedono i giovani coinvolti:
THE CITY I LIKE,  un bando di Media Education che intende incentivare la produzione di video digitali della durata di 1’ da parte dei ragazzi (14-18) sul tema della città, intesa come patrimonio culturale diffuso. La pagina Facebook è l’interfaccia digitale del progetto in cui vengono condivisi i video e i contenuti del progetto.
GRANI&PIXEL è un progetto sperimentale per scuole secondarie di II grado. L’iniziativa è volta a costruire un rapporto vivo tra il presente e il patrimonio in analogico che ha costituito per oltre un secolo il supporto della fotografia e del cinema. Conoscere la pellicola, le sue caratteristiche e le differenze materiali e visuali è un’opportunità per comprendere la storia del cinema, la sua estetica e le trasformazioni. Un progetto che si definisce con il dialogo e scambio tra professionisti del Museo e i ragazzi, per confrontarsi in modo partecipato sulle diverse modalità di produzione, archiviazione e fruizione della memoria individuale e collettiva.


CHI

marchio-mnc-pos-cmyk-to-alta

Museo del Cinema

Per informazioni

Ontologie logico-formali e ontologie informatiche

DOVE E QUANDO

ILIESI-CNR

Villa Mirafiori, via Carlo Fea 2, Roma

mercoledì 6 aprile 2016, h: 11.00


COSA

ONTOLOGIE LOGICO-FORMALI E ONTOLOGIE INFORMATICHE

Seminario

Descrizione

“L’intervento seminariale tratta il rapporto tra i concetti di “ontologia logico-formale” e “ontologia informatica”. Comune a entrambi i concetti è l’uso della logica-matematica per definire e descrivere proprietà e relazioni di entità appartenenti a domini propri dell’analisi filosofica e scientifica. In questo senso le ontologie informatiche possono fornire modelli operativi alle forme strutturali e funzionali rappresentate e definite da alcune ontologie logico-formali (come avviene per esempio in biologia molecolare o nel trattamento di lingue naturali), nei limiti della capacità di calcolo dei sistemi informatici e nei limiti delle capacità descrittive dei linguaggi logici.”


CHI

logo_iliesi

Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee

http://www.iliesi.cnr.it/

 

Webquest Maschere in sala arte

DOVE E QUANDO

Basella, Urgnano (BG)

venerdì 14 aprile, dalle 14:45


COSA

WEBQUEST MASCHERE IN SALA ARTE

WORKSHOP

Quali prospettive pedagogiche e approcci didattici pongono in atto le nuove tecnologie?

Al tempo di Internet e delle app, è ancora giustificato per un operatore museale il ruolo di depositario del sapere e della verità?

Ha senso adottare un approccio costruttivista e cooperativo di fronte alle collezioni?

Si tratta certamente di alcune tra le sfide cui ogni giorno devono far fronte direttori ed operatori museali.
Il Museo e Villaggio Africano introduce quest’anno per la prima volta nella sua storia trentennale i tablet per la visita didattica alla sala arte. Forniti a coppie o terne di studenti permettono di scoprire identità e funzioni degli oggetti esposti attraverso percorsi ad hoc che, a partire dalle conoscenze pregresse dei partecipanti giungono alla libera ed autonoma acquisizione di nuovi saperi.
All’interno di un ambiente digitale protetto i ragazzi della scuola secondaria interagiscono passo passo con la guida facilitatore attraverso filmati e siti web, utilizzano macchina fotografica e cinepresa per condividere ricerche e emozioni vissute in post pubblicati sulla bacheca virtuale del museo e mostrati in plenaria attraverso la Lim.
In particolare nella data indicata sarà proposta per la prima volta la webquest, una ricerca guidata (quest) nel web alla scoperta delle maschere esposte nella sala arte.
Così, quando ognuno può partire dai propri vissuti, imparare diventa più appassionante ed insegnare più facile.


CHI

museo africano

Museo Africano

http://www.museoafricano.it/

Info: dott. Flavio Pessina flavio@museoafricano.it

Made in Italy – Make in Mantova

DOVE E QUANDO

Mantova

Palazzo Te, Viale Te 13

6 Aprile 2016, 11:00 – 17:00

 


COSA

MADE IN ITALY – MAKE IN MANTOVA

Giornata di Studio

Comunicato Stampa

Progetto in partenariato con: Istituto Superiore E. Fermi di Mantova, Comune di Mantova, Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016. Evento in collaborazione con: Politecnico di Milano – Polo Territoriale di Mantova

Programma

PRIMA PARTE: Maker movement e patrimonio culturale

Registrazione

Saluti: 

Mattia Palazzi, Sindaco Comune di Mantova

Daniele Morandini, Dirigente Istituto Superiore E. Fermi di Mantova

Patrizia Graziani, Dirigente Ufficio Scolastico della Provincia di Mantova

Federico Bucci, Prorettore Politecnico di Milano – Polo Territoriale di Mantova

Interventi:

Fabio Remondino, Responsabile Unità di ricerca 3DOM (3D Optical Metrology), Fondazione Bruno Kessler Trento

Luigi Fregonese, Responsabile Unità di Ricerca He.Su.Tech. LARIMA, Polo Territoriale di Mantova – Politecnico di Milano

Massimo Bianchini, Ricercatore e Lab Manager, Polifactory, Politecnico di Milano

Andrea Poltronieri, Project Manager FabLab Mantova – Fermi, Progetto Made in Italy

Stefano Benetti, Direttore dei Musei Civici di Mantova

Tavola rotonda

Sono stati invitati a partecipare: Rappresentante Istituto Superiore Fermi di Mantova, Consulta studentesca Provincia di Mantova e Consulta studentesca Regione Lombardia.

SECONDA PARTE: Laboratorio con gli studenti

Make in Mantova

A cura di Unità di Ricerca He.Su.Tech. di LARIMA, Polo Territoriale di Mantova – Politecnico di Milano

Laboratorio con gli studenti per la documentazione, conservazione e fruizione del patrimonio artistico ed architettonico. Esperienze con tecniche innovative di acquisizione image-based e range-based dei Beni Culturali a diverse scale: dal singolo oggetto di collezione all’architettura di Palazzo Te. Modellazione dei dati acquisiti con stampa 3D degli oggetti studiati.

Il laboratorio è a numero chiuso e rivolto nello specifico agli studenti aderenti all’alternanza estiva “Made in Italy – Make in Mantova”, alla Consulta studentesca della Provincia di Mantova e alla Consulta studentesca Regione Lombardia.


CHI

logo intestazione def_2016 02 01

 

FabLab Mantova – Fermi, Strada Spolverina 5, Mantova

www.fablab.fermi.mn.it

Info: infofermi@fablabmantova.it

Palazzo di Largo D’Errico: polo di innovazione e sviluppo del digitale? La città si confronta

DOVE E QUANDO

Potenza

Ridotto Teatro Stabile

Venerdì 8 aprile 2016

ore 17.30


COSA

Palazzo di Largo D’Errico: polo di innovazione e sviluppo del digitale?  La città si confronta

Tavola rotonda con enti e istituzioni, imprenditori e associazioni sulla proposta avanzata di rendere lo storico Palazzo d’Errico sede di un Polo per l’innovazione digitale e culturale

Interventi:

Francesco Canestrini – Sovrintendente Belle arti e paesaggio della Basilicata;

Piergiuseppe Pontrandolfi – Università della Basilicata;

Alessandro Attolico – Provincia di Potenza “Città Resiliente”;

Gianpiero Maruggi – AD Sviluppo Basilicata;

Antonio D’Andria – Docente di storia;

Gianpiero Perri – esperto di politiche di sviluppo;

Rocco Pergola – Assessore Edilizia e Pianificazione Comune di Potenza

Partecipano al dibattito: Felicia D’Anna, Antonio Candela, Vania Cauzillo, Antonio Margiotta, Rosario Palese, Giorgio Rutigliano, Antonio Inciso, Paolo Cantisani, Gian Marco Covone, Massimo Bilancia, Ida Leone, Giuseppe Granieri

Conclude: Dario De Luca – sindaco di Potenza

Conduce i lavori: Giovanna Laguardia – giornalista

 


CHI

logowelovecircolare

We Love Potenz@

Corso XVIII Agosto, Potenza

Per informazioni: Vincenzo Fierro, enzfie@gmail.com