IN EVIDENZAANNUNCIATI I VINCITORI DEL CONCORSO CROWDDREAMING

La seconda edizione del concorso “Crowddreaming: i giovani co-creano cultura digitale si è conclusa ufficialmente con la cerimonia dell’annuncio dei vincitori tenutasi online sul gruppo Telegram del progetto. Sono disponibili online tutti gli elaborati prodotti dalle scuole partecipanti.

IN EVIDENZAIL MANIFESTO VENTOTENE DIGITALE. L’occasione digitale per la cultura in Europa

 Il 2018 è l’Anno in cui, a valle della ratifica della Convenzione di Faro, avviare la definizione della Cultura Digitale come Patrimonio Culturale in forma digitale intangibile e immateriale, il Digital Cultural Heritage che identifica entità, processi e fenomeni la cui essenza, manifestazione ed espressione risieda nella trasferibilità e replicabilità nello spazio e nel tempo dei patrimoni che categorizzano, identificano e qualificano la storia e l’esistenza delle comunità con il loro contesto sociale e culturale. Il Manifesto contribuisce all’organizzazione della cultura digitale in memoria e alla sua comunicazione come fonte di conoscenza necessaria per i cittadini europei del presente e del futuro.

SCARICA IL MANIFESTO A3    A4

————————————————————————-

 

IN EVIDENZATHE SPROUT WORKSHOP – The Museum of the Future waits for you! 

5-9 June 2017, Rifugio Lagazuoi (at 2752 m) Cortina d’Ampezzo (Italy) in Dolomites UNESCO Heritage

IN EVIDENZA: Seconda Settimana delle Culture Digitali “Antonio Ruberti” #SCUD2017  (3 – 9 aprile 2017)

Scarica la Circolare MIUR 

Questa seconda edizione è caratterizzata da un tema principale: “La nuova Città del sole” : una città splendente, ospitale e pulita, dove il sole costituisce la primaria fonte di energia.  

Risultati della Consultazione Pubblica in tema di patrimonio culturale immateriale avviata l’11 luglio 2016, pressol’Istituto della Enciclopedia Italiana 

Il video dell’evento dell’11 luglio:

LA NOSTRA MISSIONE

Durante la depressione degli Anni Trenta ai giovani si chiese di costruire con pala e piccone le autostrade e i ponti: le infrastrutture per lo sviluppo dell’economia del ventesimo secolo. Per superare la crisi attuale ai giovani si chiede di costruire contenuti digitali a disposizione di tutti: le infrastrutture per lo sviluppo dell’economia del ventunesimo secolo.

TG CULTHER: il nostro telegiornale dedicato alle culture digitali. 

N.1

N.2

N.3

N.4

N.5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA RETE DICULTHER

1

Università ed Enti di Ricerca

1

ISTITUTI DI CULTURA

1

ASSOCIAZIONI

1

ALTRE ORGANIZZAZIONI

LE NOSTRE LINEE DI AZIONE

Poli Formativi

L’Accordo di Rete tra Università, Istituti di Alta Formazione, Enti di Ricerca e organizzazioni culturali è finalizzato alla creazione di un Campus Virtuale che aggreghi centri di eccellenza pubblici e privati, nazionale e internazionali in poli formativi adattivi in grado di riconfigurarsi rapidamente sulla base delle esigenze di una società in rapidissima trasformazione nel contesto del Mercato Unico Digitale. Un ambiente di apprendimento a rete in grado di condividere contenuti didattici certificati e offrire percorsi formativi in blended learning nel settore del digitale applicato al patrimonio culturale, l’arte e le scienze umane.

Servizi Condivisi

La cooperazione in rete consente di sviluppare servizi a valore aggiunto condivisi ed economie di scala che non sarebbero realizzabili individualmente. DiCultHer sta lavorando secondo tre direttrici principali:

– l’attivazione di un sistema di certificazione per la condivisione di contenuti didattici digitali e il riconoscimento dei crediti formativi;

– la creazione di un passaporto culturale che faciliti e unifichi l’accesso alla cultura, puntando ad aumentare le possibilità di accedere alla cultura favorendo l’integrazione delle competenze e delle conoscenze di Fondazioni e Università e promuovendo l’offerta culturale di Musei, Biblioteche e Associazioni;

– la stipula di convenzioni con enti esterni atte a facilitare e finanziare le attività formative.

Campagne Informative

DiCultHer sviluppa una intensa attività di informazione e sensibilizzazione a favore della rete nel suo insieme attraverso un fitto calendario di eventi e una crescente presenza su Internet. Tre gli obiettivi principali:

– informare potenziali nuovi aderenti circa l’esistenza della rete, i suoi scopi e i benefici che offre al fine di estenderla continuamente e aumentarne la rappresentatività;

– far acquisire consapevolezza del bisogno di formazione sulle competenze digitali negli operatori del settore patrimonio culturale, arti e scienze umane;

– sensibilizzare i policy-maker in Italia e in Europa per influenzarne positivamente le scelte sulla base delle attività di ricerca e innovazione delle più rilevanti realtà italiane del settore.

Studi e Position Paper

Il numero e la qualità dei sottoscrittori dell’Accordo di Rete fa di DiCultHer un think-tank altamente rappresentativo del mondo della formazione italiana nel settore della cultura digitale. Questo potenziale viene tradotto in studi e position paper attraverso una continua azione di scambio di idee e informazioni tra tutti gli attori dell’Accordo.
Il luogo principale di discussione ed elaborazione dei contenuti è il nostro Forum.

DICONO DI NOI

  • “Come assessore in Basilicata sono particolarmente attento al processo per Matera 2019, in cui l’investimento per la formazione delle figure professionali di cui avremo bisogno deve iniziare oggi per rispondere veramente a livello europeo.”

    Raffaele Liberali

    (Assessore alla Formazione, Lavoro, Cultura e Sport - Regione Basilicata )

  • “Bisogna investire molto nelle nuove competenze e la nascita di questo partenariato si configura come una scommessa per aumentare le competenze digitali nell’ambito della cultura e del patrimonio culturale”

    Silvia Costa

    (Presidente della Commissione CULT - Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo)

ULTIME DA TWITTER

MEDIA PARTNER

eSKILLS for jobs 2015

member image
member image
Digital meets Culture